1. Prendere tra le dita il crocifisso e recitare il Credo

Il Credo:

Io credo in Dio, Padre onnipotente,
Creatore del cielo e della terra.
E in Gesù Cristo,
Suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso,
mori e fu sepolto; discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo, siede alla destra
di Dio Padre onnipotente:
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.

Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna.

Amen.

  1. Primo grano del Rosario: Padre Nostro

Dopo il Credo si passa sul primo grano e si recita il Padre Nostro

Padre nostro che sei nei cieli
sia santificato il Tuo nome
venga il Tuo Regno
sia fatta la Tua volontà
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano
rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori
e non ci indurre in tentazione
ma liberaci dal male

Amen.

  1. Tre grani per l’Ave Maria

Facendo scorrere tra le dita i tre grani che seguono il primo, bisogna recitare per tre volte l’Ave Maria,

Ave, o Maria,
piena di grazia,
il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del Tuo seno, Gesù.
Santa Maria,
Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell’ora della nostra morte.

Amen.

  1. Gloria al Padre

Al grano successivo il Gloria al Padre.

Gloria al Padre
al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio
ora e sempre
nei secoli dei secoli.
Amen.

  1. Prima decina

Un grano più grande o una medaglietta indicano l’inizio della prima “decina” del rosario. Si recita un Padre nostro.

  1. Dieci Ave Maria

Dieci perline che seguono in senso antiorario il grano o la medaglietta. Per ognuna di esse si recita un Ave Maria.

  1. Fine della prima decina

Alla fine della prima decina si recita un’altra Gloria.

  1. Decina successiva

Si recita un altro Padre nostro e si passa alla Decina successiva, con altri dieci Ave Maria, continuando così fino all’esaurimento delle perline (il rosario è composto da dieci decine)

  1. La medaglietta centrale

Una volta raggiunta la medaglietta centrale si recita un Salve Regina in onore di Maria.

Madre di misericordia,
vita, dolcezza,
speranza nostra, salve.
A te ricorriamo esuli figli di Eva:
a te sospiriamo gementi e piangenti
in questa valle di lacrime.
Orsù dunque avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi
e mostraci dopo questo esilio Gesù,
il frutto benedetto del tuo seno.
O clemente, o pia,o dolce Vergine Maria. Amen.

Un commento su “La preghiera del Rosario”

I commenti sono chiusi.